Micol Forti

Direttore della collezione d'Arte Contemporanea dei Musei Vaticani da oltre vent'anni, è stata docente presso La Sapienza di Roma.
Critica e storica d'arte specializzata per il XX secolo si muove tra l'arte sacra contemporanea, le collezioni pontificie e la salvaguardia 
del patrimonio artistico e culturale, anche attraverso la consulenza
al Pontificio Consiglio per la Cultura e varie pubblicazioni.
Internazionale il livello che la vede curatrice di convegni 
ed esposizioni (tra cui Biennale d'Arte di Venezia 2013 e 2015)
e membro di comitati scientifici, giurie ed istituti di ricerca.

Sergio Massironi

Prete della diocesi di Milano, dopo gli studi teologici approfondisce
quelli filosofici e teologici a Lugano e Milano, per poi impegnarsi
nel sociale, nel mondo del lavoro e dei giovani. 
Editorialista de L'Osservatore Romano e pubblicista per varie testate lombarde e nazionali, è autore di vari contributi e volumi
che spaziano dalla filosofia, al rapporto fede-giovani, 
al mondo dell'arte e dell'architettura.

Elena Di Raddo

Critica e storica dell’arte è professore associato presso l’Università Cattolica di Milano dove insegna Storia dell’Arte Contemporanea
per la Facoltà di Lettere dell’Università Cattolica di Brescia e di Milano, dirigendo inoltre il Master di primo livello Progettare Cultura. Arte, design, imprese culturali (ALMED). Dedicatasi all'arte dal tardo '800
al '900, è membro di diverse consulte e centri di ricerca,
e pubblica su pagine culturali e riviste d'arte.

Elena Pontiggia

Storica dell'arte, curatrice, critica d'arte, insegna Storia
dell'arte all'Accademia di Brera e al Politecnico di Milano,
tenendo collaborazioni con varie testate in qualità di critico d'arte. 
L'Arte italiana dagli anni '20 ai '40 del '900 sono il suo maggior campo d'interesse, indagato con un particolare sguardo al rapporto
tra classico e moderno, attraverso numerose curatele e pubblicazioni.

Antonio Iaccarino

Giurista e dottore in Utroque Iure presso la Pontificia Università Lateranense, presto inizia il cursus accademico
presso la stessa Università quale docente di Teorie della giustizia
e di Filosofia del Diritto. Autore di diverse monografie 
e contributi su riviste e volumi specializzati.

Adriana Cosseddu

Per lungo tempo ricercatore e docente di discipline penalistiche
presso l'Università di Sassari e a Nuoro, prosegue nella docenza
presso la  Scuola di Specializzazione per le Professioni legali. 
Autrice di diversi volumi e contributi, da ultimo indaga l'affascinante 
rapporto tra giustizia e fraternità,
con pubblicazioni tradotte in varie lingue.

vescovo Antonello

Pubblicista dal 1986, dopo anni di ministero pastorale presso
la diocesi di Alghero-Bosa quale rettore del seminario e parroco,
oltre ad incarichi a livello diocesano e regionale ed aver coordinato
a livello regionale il Progetto culturale CEI, è eletto vescovo
della diocesi d'Ogliastra nel 2014, 
per poi assumere la cura anche della diocesi di Nuoro nel 2019. 
Attuale presidente della Conferenza Episcopale Sarda.

Giacomo Mameli

Nato a Perdasdefogu dove dirige il festival
SetteSere SettePiazze SetteLibri giunto all'undicesima edizione. 
A Urbino, prima della laurea in Sociologia, ha discusso con Paolo Fabbri (controrelatore Carlo Bo) la tesi “Quattro paesi un'isola”. 
Tra i suoi libri: La ghianda è una ciliegia, La chiave dello zucchero; 
Le ragazze sono partite. Con Hotel NordAmerica (Il Maestrale) 
ha vinto il premio Fiuggi Storia 2020 ex aequo con Mario Calabresi.

Beppe Severgnini

È editorialista del Corriere della Sera dal 1995. Ha creato il blog "Italians" (nel 1998) e diretto il settimanale 7 (dal 2017 al 2019). Dal 2013 al 2021 è stato contributing opinion writer per The New York Times. È stato corrispondente in Italia di The Economist (1996-2003), ha condotto diversi programmi televisivi (tra cui “L’erba dei vicini” 
su Rai3, 2015/16) ed è autore di diciotto libri. 
Il primo è "Inglesi" (1990), i più recenti "Italiane si rimane"(2018), "Neoitaliani" (2020) e "Inter Nos" (2021). "La testa degli italiani" (2005) è tradotto in quindici lingue ed è diventato un New York Times Bestseller col titolo "La Bella Figura". 
Da "La vita è un viaggio" (2014) ha tratto uno spettacolo teatrale, 
da lui stesso interpretato. Da "Italiani si rimane" (2018) è nato un monologo musicale "Diario sentimentale di un giornalista". 
Ama, riamato (speriamo), la Sardegna.